NEWSLETTER
Ricevi ogni mese notizie su eventi e mostre

Accetto privacy















Targa Florio Classic 15/10/2020 - 18/10/2020


Italy
da 15 a 18 Ottobre 2020
Targa Florio Classic
Luogo: Palermo - Italy
Sito internet: www.targa-florio.it



La Targa Florio è una delle più antiche e famose corse automobilistiche al mondo. La “Cursa”, voluta, creata e organizzata da Vincenzo Florio, si è disputata 103 volte, dal 1906 al 1977 come competizione di velocità e dal 1978 come competizione rallistica.

Lo scenario del parco delle Madonie, patrimonio naturalistico, storico e artistico caratterizzato da aspre montagne che si affacciano sul mare di Sicilia è stato nel corso degli anni il teatro delle gesta dei piloti più famosi dell’intero panorama automobilistico internazionale. Hanno corso e vinto sullo storico “Circuito delle Madonie” piloti del calibro di Albert Divo, Achille Varzi, Tazio Nuvolari, Stirling Moss, Vic Elford, Graham Hill e Nino Vaccarella solo per citarne alcuni.

PROGRAMMA TARGA FLORIO CLASSICA

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE

Verifiche Tecniche e Sportive Briefing con il Direttore di Gara                    
Cerimonia di partenza
VENERDÌ 16 OTTOBRE   

1a Tappa
Palermo - Marsala “Sulle strade delle saline”
Marsala – Palermo “Sulle strade di Garibaldi”
SABATO 17 OTTOBRE

2a Tappa
“Circuito delle Madonie”
DOMENICA 18 OTTOBRE   

Tour di Palermo - Rievocazione del Circuito della Favorita                    
Premiazione
VETTURE AMMESSE

Targa Florio Classica: vetture prodotte fino al 1977
Targa Florio Legend: vetture prodotte dal 1978 al 1990
Targa Florio Gran Turismo: vetture GT stradali prodotte dal 1991 al 2019
Ferrari Tribute: riservato a possessori di vetture Ferrari prodotte dal 1991





14)specchiodellaverità il 24/10/2012 scrive:
ecco, bravo bresciano 10%regolarità....visto che presterai la tua auto a Passanante, stavolta però dagliene una originale...proprio in terra mantovana ricordano ancora tutti la Fiat 508C 16 valvole del 1938 con assetto e freni anni 2000 con la quale ha vinto....e con che faccia di bronzo saliva sul podio....e si, proprio un bell'esempio....visto restano scritte le cose, informati e rifletti bene anche te prima di scrivere......
cosa dire del commento di Ice....nulla si commenta da soio....mi spiace per lui, vive proprio male con tanta invidia e rabbia....
13)10%regolarità il 20/10/2012 scrive:
Da bresciano ho partecipato con entusiasmo alla Targa Florio. Ottima l'accoglienza, eccellente l'ospitalità, fantastico il territorio e diciamolo, anche i siciliani. Non ho idea di chi sia Ice ma non condivido le sue prese di posizione, specie quelle ideologiche perché paiono del tutto gratuite qui e non aderenti alla realtà. I Binelli sanno offrire un livello d’eccellenza ai loro eventi. Qualche intoppo può sempre esserci in una gara come questa, ma si tratta di un evento che va anche rodato ed in una terra con alcune problematiche di recepimento di dinamiche quali quelle a cui sono abituati i Binelli. Per questo mi ritengo soddisfatto e compiaciuto. Peccato il tempo, piuttosto, ma i panorami dell’Etna mi sono rimasti nel cuore. Rispetto l’opinione di tutti, tuttavia voglio dire la Targa si è mostrata come un evento di alto livello, distante dalla Mille Miglia, ma in grado di crescere e di dare molto alla Sicilia ed al motorismo.
Peccato per Mario Passanante lasciato per strada da un guasto al radiatore: la Targa poteva essere sua e meritatamente. Indubbiamente può essere considerato tra i migliori regolaristi, ma il suo vantaggio è dato anche dal carattere disponibile e dall’assoluta assenza di qualsiasi boria, a differenza di altri. Il mio sogno? Prestargli una delle mie auto e portarlo a vincere…in terra mantovana!!!!!
Che altro aggiungere? I Binelli sono stati bravi e va detto. Sono ottimi organizzatori e sono riusciti dove altri hanno fallito. Sarò certamente presente nel 2013, ma spero proprio di poterli ritrovare al fianco di altri blasonati eventi: hanno dimostrato di saper fare benissimo il loro lavoro. Perché perderli? A tutti l’invito alla moderazione: i commenti su questo sito restano scritti nel tempo e ho notato che i Binelli non replicano. Signori si nasce. Ma non è giusto infangare quanto fatto partendo dal nulla. Chiudo con una sola parola per tutti i partecipanti: grazie per la magia che ci avete fatto vivere. La Targa vive anche di vera passione.
12)stefano paracchi il 19/10/2012 scrive:
Tanto per cambiare il sig "Ice" , bel nome peraltro, immagino come le venga quotidianamente storpiata la pronuncia, da tutti quelli meridionali e non, che non conoscono l'inglese... , vada a chiedere alla banda di Olandesi compreso il mio amico, che sono venuti in massa e torneranno nel 2013! questo Sig. Ice me lo danno Bresciano, che non ama la Mac per questioni di Mille Miglia, mi piacerebbe vedere come i vecchi organizzatori, riuscirebbero a gestire una gara al livello di quella organizzata dai Binelli's Brothers! ricordo al sig. Ice che un importante collezionista che ha partecipato a tante mille miglia, diceva riguardo al mangiare che se mangiavi un panino di più la sorella dell'organizzatore ti guardava male, e che dire del Motel Agip a Roma, e non aggiungo altro... poi Sig. Ice pensi a cosa c'è in Sicilia, Le Madonie, il mare si mangia bene, e la gente è cordiale e disponibile, dopo avere avuto l'incidente, un carrozziere ci ha rappezzato la Giulia alla bene e meglio per poter continuare la gara, ed erano passate le 9,30 di sera!!! ovviamente non ha voluto nulla, come nello spirito della gente che abita quella terra stupenda!! vai a chiederlo al nord dopo le 19.30, ricevi qualcosa sulla testa se ti va bene... !!! un ultimo suggerimento se posso, eviti di partecipare alle gare della Mac, creda non ci accorgeremo della Sua mancanza....
11)ice il 17/10/2012 scrive:
....vedremo il prossimo anno il numero dei partecipanti...il commento di due meridionali sulla sicilia è abbastanza di parte...e non buttatela sulla politica,quì siamo stanchi con le nostre tasse di mantenervi...
10)Roberto Aiello il 16/10/2012 scrive:
Caro "ice", mi spiace molto che hai vissuto una Eco TargaFlorio 2012 ben diversa dalla mia.
Poichè ho partecipato con Alessandro A. che ha già descritto la nostra piacevolissima esperienza mi limiterò ad aggiungere:
-abbiamo partecipato con un gruppo di amici, sei vetture, ed anche loro si sono già prenotati per la prossima edizione. Quindi esperienza ben diversa da quella da te descritta "parlando con la gran parte dei partecipanti...."
- come mai non hai descritto lo show dei prototipi, sport e GT a Floriopoli prima della gara di regolarità?
Chi era presente e si è immerso nello spirito della manifestazione non potrà scordare il rombo delle Alfa 33 della scuderia del Portello,delle Porsche 550SRS, della Ermini sport, delle Ferrari 250 GT ed SWB, della Healey Silverstone 3000, della Harnold Bristol, della Bristol e della Maserati A6GCS.
E da chi erano pilotati questi bellissimi bolidi? Da piloti del calibro di Vic Elford, A. Merzario, Nanni Galli, Van Lennep, Tenconi e starter è stato Ninni Vaccarella.
Mi fermo quì, potrei scrivere tanto e tutto in toni positivi.
Sicuramente parteciperò alla prossima edizione e spero di portare con me altri appassionati con cui condividere entusiasmo e passione
Invito tutti gli appassionati a vedere il mio album fografico Eco Targa Florio2012 che prossimamente pubblicherò su facebook.
Un saluto
Roberto Aiello

Altri commenti:   1  2  3  4  5  6  7  

Oggi come quasi 45 anni fa: Nanni Galli lungo il  Circuito delle Madonie su Alfa Romeo Tipo 33/2 Daytona del 1968 Oggi come quasi 45 anni fa: Nanni Galli lungo il  Circuito delle Madonie su Alfa Romeo Tipo 33/2 Daytona del 1968 Museo Targa Florio a Termini Imerese: in primo piano, i piloti storici Arturo Merzario e Vic Elford. Da sinistra: Gijs van Lennep, Nuccio Salemi (Fondazione Targa Florio Onlus), Nanni Galli, Ciccio Liberto, Antonio Marasco e Marco Cajani (Scuderia del Por HRG Emperor (1954) alla partenza La partenza alle Tribune di Cerda, Nino Vaccarella Lo show riservato ai modelli con un particolare passato sportivo che corsero la gara di velocità: Massimo Delbo-Edoardo Tenconi, ERMINI 1100 sport (1952) Bugatti Type 40 (1927) e BMW 328 Roadster(1938) lungo il percorso, sullo sfondo Castiglione di Sicilia, nella tratta tra Taormina a il Parco dei Nebrodi. Il passaggio a Caltagirone di un'Alfa Romeo 6C 2300 Mille Miglia (1938) Il passaggio a Noto della Bentley 3 litre speed (1925) L’equipaggio vincitore di fronte al Teatro di Siracusa Paul Beecroft-Nicholas Beecroft, FERRARI 250 GT SWB (1960) lungo il percorso Antonio Ghini arriva a Taormina su Ferrari 265 GTB4 del 1970 Anna Kanakis, PORSCHE 356 Pre A Coupé (1954) Juan Tonconogy-Alberto Tonconogy, BUGATTI Type 40 (1927) di fronte al Teatro di Siracusa Paul Beecroft-Nicholas Beecroft, FERRARI 250 GT SWB (1960) lungo il percorso Sfilata finale a Palermo Vic Elford all'arrivo a Palermo durante la sfilata conclusiva su Porsche 356 1600 Speedster (1956) Gijs van Lennep all'arrivo a Palermo durante la sfilata conclusiva su Porsche 550-1500 RS (1955) I vincitori di Targa Florio Classic all'arrivo a Palermo con, da sinistra: Nino Vaccarella, Antonio Marasco, Paolo Binelli (AD di MAC Group), Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo), Giancarlo Teresi (Commissario straordinario AC Palermo) e Sandro Binelli (P Sfilata finale a Palermo Sfilata finale a Palermo: Helmut Klaus Haas-Silvia Haas, LANCIA Lambda Serie VII (1927) Le premiazioni al prestigioso teatro Politeama Garibaldi a Palermo Le premiazioni al prestigioso teatro Politeama Garibaldi a Palermo

Gare d’Epoca.com - Corse auto d'epoca, mostre auto d'epoca, eventi auto d'epoca, raduni auto d'epoca
E’ proibita la riproduzione, anche parziale, senza un link a questo sito
Gare d’Epoca asd. - P. Iva 03147750982 -