NEWSLETTER
Ricevi ogni mese notizie su eventi e mostre

Accetto privacy













20 Febbraio 2020
Boom di equipaggi stranieri all’ottava edizione della WinteRace
La WinteRace, “Super classica ACISPORT”, è sempre più internazionale. Sono infatti in aumento gli
equipaggi stranieri che arriveranno da tutta Europa per prendere parte ad una delle gare di regolarità
classica più attese del calendario invernale. Ad attrarli la splendida cornice delle Dolomiti, patrimonio
UNESCO, l’accoglienza “cinque stelle”, il glamour di Cortina e l’attento studio di un percorso di gara che non
solo esalti la bravura dei piloti, ma che regali emozioni.
"Questa edizione si svolgerà totalmente in territorio italiano” racconta Rossella Labate, organizzatrice della
manifestazione, “gli equipaggi si sfideranno lungo un tragitto di 400 chilometri suddiviso in due tappe di
200 km l’una. I driver valicheranno ben 8 passi dolomitici oltre i 2000 metri e si divertiranno anche ad
attraversare località storiche come Arabba, Corvara e Dobbiaco e a visitare villaggi primo fra tutti quello di
Siror dov’è nato il mercatino di Natale più antico del Trentino.”
All’ottava edizione prenderanno parte cinquanta vetture costruite entro il 1976. Tra gli equipaggi molti
arrivano da Svizzera, Regno Unito, Lussemburgo, Paesi Bassi, Belgio e Germania. Due gli equipaggi israeliani
che parteciperanno invece alla V^ Porsche WinteRace, la gara dedicata ad un massimo di trenta vetture
Porsche selezionate dall’organizzazione e costruite dal 1977 fino ai giorni nostri. Partiranno, come sempre,
in coda alle vetture storiche e avranno una loro classifica e premi dedicati.
Tra le vetture più "storiche" spuntano tre Lancia Aprilia tra cui quella del 1937 dell’equipaggio Sisti-
Gualandi (due volte vincitore della WinteRace), due Fiat 508, una C e l’altra S rispettivamente degli
equipaggi Gaggioli-Pierini e Piona-Battagliola. L’auto più storica è stata prodotta nel Regno Unito, la
Wolseley Hornet Special cc1300 del 1932 dell’equipaggio Gennaro-Giacomello.
Susciterà sicuramente interesse l’Urbanina Tipo E degli anni ’60, la prima vettura elettrica prodotta in
Italia, ma anche la Jaguar D-Type Replica cc3800 del 1973 di Simone Bertolero, organizzatore del Concorso
d’Eleganza “Poltu Quatu Classic” che si tiene in Costa Smeralda.
Prestigiosi i premi messi in palio dagli sponsor tra cui un prezioso orologio “Laureato Cronograph” della
GIRARD-PERREGAUX, brand svizzero di Alta Orologeria che andrà al Primo Assoluto.
Giovedì 5 marzo, si svolgeranno le verifiche tecniche che precederanno la due-giorni di gara. Le cinquanta
vetture storiche partiranno davanti ad una ventina di Porsche moderne che si contenderanno la vittoria
della V^ Porsche WinteRace.
Gli equipaggi affronteranno 66 prove cronometrate e 6 prove di media con 6 rilevamenti segreti per un
totale di 78 rilevamenti.
Tra i Top Driver sarà presente Giovanni Moceri, giovane pediatra siciliano, vincitore della Mille Miglia 2019
e Campione Italiano Grandi Eventi 2019. Parteciperà con la moglie Valeria Dicembre.





Gare d’Epoca.com - Corse auto d'epoca, mostre auto d'epoca, eventi auto d'epoca, raduni auto d'epoca
E’ proibita la riproduzione, anche parziale, senza un link a questo sito
Gare d’Epoca asd. - P. Iva 03147750982 -