NEWSLETTER
Ricevi ogni mese notizie su eventi e mostre

Accetto privacy















16 Febbraio 2012
Terre di Canossa 2012: una seconda edizione dalle molte novità
12-15 Aprile 2012. Queste le date della seconda edizione del Terre di Canossa International Classic Cars Challenge, il Grande Evento a calendario CSAI, organizzato dalla Scuderia Tricolore di Reggio Emilia.


Tre giorni intensi da vivere in una miscela perfetta di splendide auto, competizione, turismo, gastronomia e relax. Un "Grande Evento", riconosciuto dalla CSAI, curato in ogni dettaglio con la passione e la determinazione della gente dell'Emilia, terra di motori.

Le novità 2012

Molte le Novità dell’edizione 2012, dalla nuova tappa di Forte dei Marmi ai partner d’eccellenza come Eberhard, Cantine Ferrari e Maserati. Terre di Canossa, pur ancora giovane, cresce rapidamente in prestigio e rilievo internazionale, affermandosi come l’evento di riferimento nella “Motor Valley”, la terra natale di molti dei più prestigiosi creatori di automobili.

La difficoltà sportiva delle 70 prove a cronometro, una dura sfida per i migliori “top driver”, lascerà comunque spazio al relax.
Il programma prevede tre serate esclusive, in luoghi di grande fascino, affidate alla creatività culinaria di grandi chef stellati, come Gianni D’Amato, che per la sua incredibile capacità di fondere tradizione e innovazione nei suoi piatti, può fregiarsi di due stelle Michelin.

Non mancheranno anche occasioni di arricchimento storico e culturale: nella stesura del percorso l’organizzatore ha posto grande attenzione alla ricerca dei luoghi di più alto valore, come il Palazzo della Pilotta, il Castello di Carpineti o la Reggia di Colorno. In quest’ultima, residenza estiva di Maria Luigia d’Austria, è previsto il coffee break della terza tappa.

Degna di nota anche la visita “a porte chiuse” -prevista nel percorso di accredito dei partecipanti- alla Collezione Maramotti, una delle più importanti gallerie di arte contemporanea in Italia. La Collezione comprende diverse centinaia di opere realizzate dal 1945 a oggi, includendo soprattutto dipinti, ma anche sculture e installazioni, che rappresentano in profondità alcune delle principali tendenze artistiche italiane e internazionali degli ultimi cinquant’anni.


La Gara

Terre di Canossa è una gara di regolarità classica internazionale con 70 prove a cronometro, lungo un percorso di poco meno di 600 km in 3 giorni, assolutamente adatto anche alle auto anteguerra.

Ma è soprattutto uno straordinario viaggio lungo le millenarie strade di Matilde di Canossa, Regina d'Italia nel XII Secolo. Un viaggio che dal “Grande Fiume” Po arriva al Mare attraversando paesaggi meravigliosi, città d’arte come Reggio Emilia e Parma, antichi castelli, dolci e verdi colline, incontaminati passi di montagna, incantevoli borghi, il mare della Versilia e delle Cinque Terre (Patrimonio dell'Umanità).
In questo viaggio si intreccia un emozionante percorso enogastronomico tra le ricette della tradizione e la creatività dei migliori chef stellati.

Un evento davvero unico, che ha destato molta attenzione anche all’estero, con richieste da tutta Europa e non solo.
Degna di nota anche la grande attenzione ai particolari: vigilanza notturna delle vetture, efficiente servizio bagagli, servizio di assistenza e soccorso stradale, servizi personalizzati per i club.

Sul sito internet www.gpcanossa.it gli appassionati possono trovare le tutte le informazioni sulla gara, ed effettuare l’iscrizione online.

Per qualsiasi informazione o chiarimento, è possibile contattare la Scuderia Tricolore tramite la mail dedicata all’evento: [email protected], oppure telefonicamente ai numeri 0522-441632 e 348-2329107.


Luigi Orlandini, Presidente della Scuderia Tricolore di Reggio Emilia, ci racconta l’evoluzione del “Terre di Canossa”.
Presidente, come vanno i preparativi per la seconda edizione?
Molto bene, siamo molto più avanti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Abbiamo anche messo a punto una serie di imperfezioni della “prima” dello scorso anno, e disegnato un percorso ancora migliore, con un’ospitalità che non teme confronti. Rispetto a un anno fa, a oggi abbiamo il triplo delle iscrizioni, di cui buona parte dall’estero; credo sia un riconoscimento del lavoro fatto, e ne sono davvero onorato.
Un anno fa avrebbe scommesso sul successo della manifestazione?
Assolutamente sì, altrimenti non ci saremmo tuffati in questa avventura! In effetti far partire questo progetto è stata una grande scommessa, ma tutte le persone coinvolte nell’organizzazione hanno dato il massimo per raggiungere l’obiettivo: realizzare una delle più belle manifestazioni in Italia, con respiro internazionale e con il cuore nella “Motor Valley”.
Di recente sono nate anche altre manifestazioni importanti.
Ben vengano, e a qualcuna di queste ho anche deciso di partecipare. Sono convinto che l’attenzione per questo sport sia in grande crescita, anche tra i giovani, e questo è certamente un fatto positivo. In queste condizioni è normale che nascano nuove proposte, e sinceramente penso che chi le porta avanti bene, offrendo proposte di qualità, non sia un “concorrente” ma semplicemente un amico che condivide una grande passione. L’importante è che la Csai continui a vigilare con attenzione sul rispetto delle regole e sulla sicurezza, per mantenere alta la credibilità di questa specialità.
Come iscriversi?
Sul sito internet www.gpcanossa.it è disponibile il modulo di iscrizione online, ed è anche possibile scaricare il modulo in pdf da compilare e inviare via mail o fax. Per i club che intendessero partecipare con più equipaggi è possibile fare riferimento alla segreteria.







Gare d’Epoca.com - Corse auto d'epoca, mostre auto d'epoca, eventi auto d'epoca, raduni auto d'epoca
E’ proibita la riproduzione, anche parziale, senza un link a questo sito
Gare d’Epoca asd. - P. Iva 03147750982 -