NEWSLETTER
Ricevi ogni mese notizie su eventi e mostre

Accetto privacy















Pieno successo per la presentazione della Winter Marathon

15 Novembre 2011
Pieno successo per la presentazione della Winter Marathon
Pieno successo per la presentazione della Winter Marathon
E’ una data particolare (11.11.11) quella che ha visto il Centro Porsche Brescia di Desenzano del Garda
ospitare la presentazione ufficiale della 24^ edizione della Winter Marathon. La serata, condotta dal
giornalista dell’emittente televisiva bresciana Teletutto Andrea Cittadini, ha visto affluire alla moderna
concessionaria del Gruppo Saottini oltre 150 persone.
Tra gli ospiti anche uno dei volti più noti del giornalismo televisivo, Ezio Zermiani, che nel suo intervento ha
posto l’accento sul grande fascino della gara che per le sue difficoltà diventa quasi epica, unica nel suo
genere, e diversa dalla 1000 Miglia che ha seguito per tanti anni: “La Winter Marathon è adrenalinica come
una corsa di velocità sui 100 metri mentre la 1000 Miglia è dura come una maratona. Il paesaggio stellato
nel cuore della notte” ha aggiunto “rimane nel cuore dei concorrenti per tutta la vita e spesso la gente
sceglie una macchina scoperta proprio per vivere appieno questa avventura e dire: io c’ero!”. Profondo
conoscitore del territorio, il giornalista di Bolzano è a pieno titolo un addetto ai lavori della regolarità per
auto storiche, nella sua qualità di Presidente della rinnovata Scuderia Dolomiti.
Beatrice Saottini ha rimarcato che in questi momenti difficili per l’economia il Gruppo Saottini continua a
procedere “con la forte volontà nella filosofia del lavoro e con la determinazione ad innovarsi
continuamente”. La partecipazione alla Winter Marathon sia come sponsor che come partecipante con
l’equipaggio Capolupo-Saottini (su una Porsche 911 S del 1968 della propria collezione) è “la conferma che
oltre al fascino della neve, delle strade di montagna, delle stelle c’è la consapevolezza che Porsche è la casa
più rappresentata al via” e pertanto “il momento ludico diventa vicinanza ai possessori delle vetture Porsche
e un modo per incontrare tante persone con la comune passione per l’automobile”.
Per l’APT di Madonna di Campiglio è intervenuto il Presidente Marco Masè, che ha rimarcato come Winter
Marathon “è da tanti anni uno degli avvenimenti sportivi più importanti, entrando di fatto nel DNA della
nostra località sciistica”. I concorrenti quest’anno, oltre al fascino della gara e alle sue grandi sensazioni,
troveranno una grande novità: la “Skiarea Campiglio Val Rendena Val di Sole” con 150 km. di piste che
danno vita ora al più esteso comprensorio di tutto il Trentino.
Il Commissario Sportivo Nazionale CSAI Carmen Righi ha portato il saluto del Presidente e del Direttore
dell’Automobile Club di Trento oltre che del Delegato CSAI della Provincia Autonoma di Trento Maurizio
Emer, membro del Consiglio Nazionale CSAI, assenti per impegni di lavoro. Nel suo intervento la Signora
Righi ha ricordato “la propria presenza come Presidente del Collegio dei Commissari Sportivi alla Winter
Marathon 2011” elogiando sia “l’ottima organizzazione della Vecars che la sportività e correttezza dei
concorrenti, visto che non ci sono stati grossi problemi da risolvere”. Augurando a tutti i partecipanti un
buon divertimento si è detta felice “che i paesaggi innevati siano sempre di grande fascino e che ogni anno
tanti concorrenti arrivino in Trentino-Alto Adige per l’apertura della stagione sportiva dell’automobilismo”.
Il patron di Vecars Roberto Vesco ha illustrato le caratteristiche tecniche della gara che quest’anno
presenta un percorso rinnovato per il 40%, un aumento delle prove cronometrate che diventano 40 e il
valico di ben 11 passi alpini con oltre 400 chilometri di tracciato da affrontare. “L’auspicio è che ci sia
qualche nevicata prima della gara” ha proseguito Vesco “per aumentare la spettacolarità del percorso e
averlo tutto imbiancato, ma in generale l’importante è che tutto vada bene senza dover affrontare percorsi
alternativi per la chiusura di alcuni passi a causa del pericolo di valanghe”. Il sabato l’appuntamento sarà
sempre sul laghetto ghiacciato di Madonna di Campiglio “per i due seguitissimi Trofei MotorStorica e TAG
Heuer Barozzi che riscuotono tantissimo successo riempiendo di pubblico la pista su cui si sfidano le auto
storiche all’ultimo centesimo”.
Tra il pubblico anche la dott.sa Erica Furini, Direttrice del Safety Park, che quest’anno vedrà il transito dei
concorrenti al Controllo Orario n. 2 e lo svolgimento di 4 nuove prove cronometrate: “E’ per noi un piacere
vedere tante auto storiche percorrere la pista di guida sicura ma anche un onore che una gara particolare
come la Winter Marathon si appoggi alla nostra struttura. Il Safety Park esiste solo dal 2008 e tra gli obiettivi
c’è quello di farsi conoscere anche fuori dalla provincia di Bolzano”.
Coadiuvato da Roberto Vesco il giornalista Ezio Zermiani ha proseguito nella presentazione della gara che
quest’anno vuole cogliere l’opportunità di testare un riscontro media sul canale web: “Tanti giovani” dice
Zermiani “si stanno appassionando alle auto storiche, nell’ambiente c’è grande interesse e noi cercheremo
di dare spazio e voce ad una gara così bella che ogni anno dà grandi emozioni: il divertimento è assicurato.
Abbiamo in testa un progetto ambizioso per far proseguire questo divertimento tutto l’anno: la costituzione
di un challenge di tre gare, tre appuntamenti prestigiosi, che confluiranno in un trofeo” “Che”, ha proseguito
simpaticamente Masè “potreste chiamare ‘3-Tre’ come la mitica pista di discesa libera di Madonna di
Campiglio”.
Andrea Cittadini ha intervistato poi Giuliano Canè, vincitore lo scorso anno della Winter Marathon e del
Trofeo TAG Heuer Barozzi, presente alla conferenza stampa: “L’edizione 2011 è stata davvero stupenda per
me e…” ha scherzato “mi auguro di ottenere lo stesso risultato!”. Il campione bolognese non sa ancora con
quale vettura sarà al via ma “spero con una vettura scoperta che mi faccia apprezzare ancora di più il
percorso. Per quanto riguarda le prove cronometrate conosco l’abilità della famiglia Vesco e so che saranno
come sempre impegnative e tecniche”. Accanto a Canè anche il vincitore della 1000 Miglia 2011, il
mantovano Giordano Mozzi, che per problemi di lavoro nel periodo della Winter Marathon non ha mai
partecipato. “Quest’anno” ha dichiarato “sto cercando di adattare i miei impegni di lavoro in modo da poter
essere al via. Non conosco la gara ma so che è bella e difficile con prove non banali e scontate, il contesto è
accattivante e penso che la stanchezza influirà sul risultato. Mi piacerebbe molto riuscire ad andare sul
laghetto fra i 32 partecipanti del trofeo ad eliminazione diretta: l’ho seguito lo scorso anno via web e l’ho
trovato particolarmente avvincente; mi emoziona il fatto di riuscire a passare il turno ed avere un’altra
possibilità con un nuovo avversario”.
La presentazione è proseguita con la premiazione dei Main e Top Sponsor che sostengono
economicamente la manifestazione con la consegna da parte di Roberto Vesco di un set da scrivania di
Ottaviani con stazione barometrica personalizzata a testimonianza della partnership con la Winter
Marathon.
La serata si è chiusa è piacevolmente nei saloni della concessionaria con un raffinato cocktail party per tutti
gli intervenuti, servito dallo chef Carlo Bresciani di “Antica Cascina San Zago” e dal suo staff.


brochure_winter.pdf



Gare d’Epoca.com - Corse auto d'epoca, mostre auto d'epoca, eventi auto d'epoca, raduni auto d'epoca
E’ proibita la riproduzione, anche parziale, senza un link a questo sito
Gare d’Epoca asd. - P. Iva 03147750982 -