NEWSLETTER
Ricevi ogni mese notizie su eventi e mostre

Accetto privacy















9 Febbraio 2016
Automotoretrò 2016: il fascino del passato su due e quattro ruote
Si aprono le porte della 34esima edizione di Automotoretrò, l’evento dedicato agli appassionati del motorismo storico. La kermesse, organizzata da Bea srl in collaborazione con GL events Italia-Lingotto Fiere, che nel 2015 ha visto la partecipazione di oltre 60.000 visitatori, 300 piloti e più di 1200 espositori, inaugura il prossimo 12 febbraio al Lingotto Fiere di Torino, Via Nizza 294, per una tre giorni interamente dedicata al mondo dei motori.

La rassegna, distribuita su una superficie di oltre 100.000 metri quadri, abbinata anche quest’anno ad Automotoracing, l’evento collocato all’Oval dedicato al tuning e alle “alte prestazioni”, rappresenta un momento di grande festa che accomuna collezionisti, piloti, motociclisti ma anche semplici appassionati e curiosi.




“Questa edizione si preannuncia già da alcuni mesi la più spettacolare di sempre - afferma Beppe Gianoglio organizzatore di Automotoretrò - già tre mesi fa l’80% degli spazi espositivi erano stati prenotati dagli espositori. Questo, oltre a farci enormemente piacere, ci sprona ad aumentare sempre di più i nostri sforzi, proponendo, così ogni anno, una manifestazione sempre nuova e coinvolgente. Insieme ad Automotoracing, che ci accompagna ormai da sette anni, vogliamo far vivere ai visitatori il motorismo a 360°, spaziando dalla presentazione dei prototipi della Collezione Bertone fino alla gara Master Città di Torino per gli amanti dell’alta velocità ”




Numerose sono poi le Case automobilistiche ufficiali che hanno deciso di partecipare ad Automotoretrò, andando così a soddisfare le esigenze e le curiosità dei visitatori. Tra le tante ricordiamo: lo stand ufficiale Abarth Classiche, illustre casa automobilistica italiana nata nel 1949 come scuderia sportiva, diventata poi un’icona grazie alle sue vetture uniche per dimensione, forma, velocità ed attitudine; lo stand della celebre casa automobilistica britannica Jaguar, specializzata nel settore delle vetture di lusso e sportive; la mitica Autobianchi, insieme al registro storico Land Rover e a Mercedes First Hand.




Un’edizione ancora più ricca quella di quest’anno, fiore all’occhiello della 34esima edizione di Automotoretrò sarà l’esposizione, in anteprima assoluta, di una decina di prototipi appartenenti alla Collezione Bertone, che per la prima volta saranno visibili al grande pubblico dopo l’acquisizione da parte dell’ASI, tra questi: Bertone Runabout del 1969, NSU Trapeze del 1973, Chevrolet Ramarro del 1984, Chevrolet Nivola del 1990, Bertone Karisma del 1994, Lancia Kayak del 1995, Bertone Birusa del 2003, Bertone Barchetta del 2007. La celebre collezione, composta da 79 gioielli, è stata vinta all’asta lo scorso 28 settembre con una cospicua offerta da quasi 3,5 milioni di euro ed attualmente è in attesa di una collocazione stabile. Nello stand Ford, verrà invece presentata la nuovissima Ford Mondeo Vignale, vettura che celebrerà l’omonima Carrozzeria, fondata nel 1946 da Alfredo Vignale. Per l’occasione lo spazio espositivo Ford sarà allestito con fotografie e materiale iconografico, facendo così rivivere al pubblico la storia della Carrozzeria. Sabato 13 febbraio, al padiglione 2, verrà presentato il libro, “Rally’70. Una storia, tante storie”, ad opera di Emanuele Sanfront, che con storie inedite sul mondo delle corse e fotografie in bianco e nero, racconterà gli anni d'oro delle gare, riportandoci così ai mitici anni ’70 e ’80. Per l’occasione, saranno presenti nello stand piloti, navigatori e meccanici. Un’opportunità, quindi, da non perdere, per incontrare campioni e personaggi come Amilcare Ballestrieri, Tony Carello, Piero Sodano, Daniele Audetto, Silvio Maiga, Alcide Paganelli, Luciano Trombotto, Mauro Pregliasco, Federico Ormezzano, Ninni Russo, Arnaldo Bernacchini, Dario Cerrato, Geppi Cerri, Gianfranco Silecchia, Sergio Martinetto, Luigino Podda, Vittorio Reisoli, Luca Pazielli, Nicola Bianchi, e tanti altri protagonisti del mondo dei rally e dell’automobilismo sportivo.

Automotoretrò sarà anche l’occasione per celebrare diversi compleanni: dai 50 anni della Lamborghini Miura e della Alfa Romeo Duetto, alle celebrazioni per i 70 anni della Vespa e della Cisitalia D46, auto rivoluzionaria per l’epoca che si potrà ammirare per l’occasione, agli 80 anni della Topolino e i 110 anni della Lancia.

Buone notizie anche per gli appassionati delle due ruote, che ormai da anni seguono con interesse queste manifestazioni: infatti in questa edizione le moto presenti saranno il 50% in più rispetto all’anno precedente. Negli oltre 16 stand dedicati alle due ruote, si potranno, infatti, ammirare alcuni mezzi delle più famose case motociclistiche nazionali ed internazionali come: Ducati, Aprilia, MV Agusta, Gilera, Moto Guzzi, BMW, Triumph (presente con il Registro Storico), Royal Enfield e Norton. Largo spazio al tema della “regolarità”: saranno presenti numerose motociclette da Cross ed Enduro della famosa Casa motociclistica tedesca Maico.




Come da tradizione, Automotoretrò non è solamente automobili e motociclette: al fianco di commercianti, restauratori e dei numerosi club italiani che ogni anno espongono i propri gioielli, ogni edizione offre uno spazio sempre più ampio ai settori del ricambi, dell’abbigliamento vintage, dell’oggettistica e dei modellini di auto e trattori, capaci di attrarre grandi e piccoli.





Gare d’Epoca.com - Corse auto d'epoca, mostre auto d'epoca, eventi auto d'epoca, raduni auto d'epoca
E’ proibita la riproduzione, anche parziale, senza un link a questo sito
Gare d’Epoca asd. - P. Iva 03147750982 -